Crea sito
Seleziona una pagina

Si sono aperte finalmente le candidature della Startup Competition del Web Marketing Festival, l’evento italiano di portata internazionale sull’innovazione digitale che mira alla crescita dell’ecosistema attraverso una serie di iniziative dedicate; tra queste spicca la gara tra business ideas che ha l’obiettivo di incentivare l’innovazione e lo spirito imprenditoriale.

È la quinta edizione di questa competizione tra startup che per la prima volta si terrà in tre giorni, ovvero 21, 22 e 23 di giugno al Palacongressi di Rimini.

Nelle edizioni passate si sono registrati oltre 1000 progetti candidati e 12mila presenze, e anche quest’anno le startup finaliste potranno confrontarsi e presentare la propria business idea di fronte ai maggiori player del settore e al pubblico in sala.

I progetti saranno valutati da una giuria composta dalle più rilevanti realtà in ambito digitale tra cui venture capital, investitori, partner corporate, stakeholder e le più importanti realtà aziendali.

Oltre 50 realtà del settore, tra partner e investitori, hanno sempre consegnato i premi, per un valore complessivo superiore ai 400.000 euro supportando lo sviluppo delle startup.

Ecco un elenco di alcuni dei partner principali: Amazon Web Services, AlmaCube, Aster, Digital Magics, H-FARM, Healthware International, Innogest, iStarter, TIM #Wcap, UniCredit Start Lab e United Ventures.

Ci si potrà candidare fino al 10 maggio 2018, dopodiché ci sarà il primo processo di selezione dei candidati da parte del Team Innovation del Festival e giovedì 31 maggio verranno comunicate le 6 startup finaliste che potranno presentare i rispettivi progetti sul palco del Palacongressi di Rimini.

Per scoprire tutto sull’evento visitate il sito di Web Marketing Festival!

Elisa Crosta

Elisa Crosta

Mi chiamo Elisa Crosta, ho 22 anni e sono laureata in Comunicazione e Società all’Università degli Studi di Milano. Sono attualmente iscritta a Teoria e Tecnologia della Comunicazione in Bicocca per arricchire le mie conoscenze e prendere maggiore confidenza con quello che si può definire il “backstage” dei mezzi di comunicazione e delle nuove tecnologie.