Crea sito
Seleziona una pagina

Le startup non hanno come unico obiettivo il profitto. Infatti possono aiutare anche a migliorare il mondo in cui viviamo con progetti benefici rivolti ai meno fortunati, soprattutto a coloro affetti da autismo. In particolare, stiamo parlando di Lorf, startup milanese costituita come società benefit, che ha ideato e sta promuovendo il progetto HomeMate. Il progetto ha come obiettivo la creazione di una casa smart, pensata appositamente per le persone affette da questa malattia. All’interno di questa casa è possibile muoversi in autonomia e migliorare la propria qualità di vita attraverso sistemi di domotica e sensori.

LE FASI

Il progetto, realizzato in partnership con Cooperativa Sociale Fabula Onlus e Fifthingenium, è stato lanciato in crowdfunding il 1 ottobre 2017 sulla piattaforma Kickstarter. Kickstarter è un sito web di finanziamento collettivo, che in pochissimo tempo ha raggiunto  l’obiettivo di raccolta di 11.000 euro, un chiaro segnale della crescente attenzione verso i problemi dell’autismo. La raccolta finale, di circa 13.000 euro, sarà utilizzata per finanziare la prima fase del progetto, ossia la costituzione di un team misto di ingegneri, psicologi ed educatori. Questi avranno il compito di individuare le linee guida di HomeMate e avviare la fase 2 che prevede l’implementazione a livello sperimentale.

Per iniziare ad accumulare le risorse necessarie a questa seconda parte del progetto, Lofr Ha lanciato una campagna denominata “for Christmas”. La campagna è finalizzata alla vendita di 100 magliette con il brand loveorfriends, un App utilizzata per  giocare e divertirsi con i propri amici di Facebook. In tal modo, spinge le persone ad uscire dal virtuale per incontrarsi nel mondo reale. Il ricavato della vendita andrà interamente a soddisfare parte del fabbisogno finanziario della seconda fase del progetto HomeMate.

                     Magliette loveorfriends

Ma cosa c’entra un’applicazione di incontri con l’autismo? A questa domanda hanno risposto i collaboratori della startup affermando che alla base dell’autismo c’è proprio la carenza di socializzazione. Una persona affetta da autismo, quindi, potrebbe ricavare importanti vantaggi dal suo utilizzo.

PER APPROFONDIRE

Infine, a supporto di HomeMate e con l’obiettivo di fare formazione e informazione su questa problematica, LORF ha realizzato il video “Did you know Autistics change the World?”, che mostra i personaggi che hanno fatto la storia dell’umanità o indotto cambiamenti epocali. Inoltre definisce che cosa è l’autismo, i sintomi che lo caratterizzano e le difficoltà di integrazione in ambito scolastico o nel mondo del lavoro. Non per ultimo, vengono anche mostrati gli elevati costi a carico della comunità.

Per ulteriori approfondimenti e informazioni sull’argomento potete visitare la pagina dedicata a Homemate su Kickstarter!

Inoltre, se siete particolarmente interessati a queste tematiche potete consultare il blog di Making World Accessible, che tratta notizie in questo campo.

Eleonora Pizzi

Eleonora Pizzi

Sono Eleonora Pizzi, ho 22 anni e sono laureata in Comunicazione e Società presso l’Università degli studi di Milano. Attualmente sono iscritta alla magistrale in Teoria e tecnologia della comunicazione in Bicocca per approfondire le mie conoscenze teoriche e acquisire nuove competenze in questo campo. Mi reputo una persona socievole, collaborativa a cui piace mettersi in gioco e condividere nuove esperienze.