Crea sito
Seleziona una pagina

Per contrastare problematiche come inquinamento atmosferico e traffico e per proporre innovazioni concrete in materia di mobilità che Karima Delli, eurodeputato ecologista e presidente della Commissione dei trasporti e del turismo al Parlamento Europeo, The Boston Consulting Group e l’acceleratore di startup VIA ID hanno creato insieme l’European Startup Prize for Mobility.

IL PROGETTO

Sponsorizzato da Frédéric Mazzella, fondatore e CEO di BlaBlaCar, e Violeta Bulc, commissaria europea per i trasporti, sotto il patrocinio del Parlamento Europeo, questo premio è il primo progetto europeo di mentoring pubblico/privato, che selezionerà le 10 startup europee più promettenti nel campo dei trasporti e della mobilità sostenibile e le accompagnerà nella loro crescita.

«Affinché avvenga la transizione energetica ed emerga un nuovo approccio nei confronti della mobilità, abbiamo bisogno di riunire tutti i suoi attori, pubblici e privati, intorno ad un progetto paneuropeo – spiega Karima Delli – poiché se l’Europa ha il potere di facilitare e di promuovere una nuova cultura della mobilità, l’innovazione tecnologica sarà data dalle startup, con l’aiuto degli attori economici del settore».

La maggiori sfide incontrate sono state i finanziamenti e le regolamentazioni eterogenee.

IL PROGRAMMA PER LE STARTUP VINCITRICI

Le quattro startup vincitrici beneficeranno di un programma di mentoring organizzato da The Boston Consulting Group, Grimaldi Studio Legale e Parallel Avocats, per un periodo totale di 4 mesi, al termine del quale è previsto un roadshow paneuropeo, che consentirà ai vincitori di ottenere visibilità e riconoscimento internazionale, oltre che incontrare investitori, partner e potenziali clienti.

Per le dieci finaliste verrà organizzato un tour europeo nelle città che promuovono delle soluzioni per una mobilità innovativa (Barcellona, Parigi, Berlino, Copenaghen, Tallin).

Le candidature rimarranno aperte fino all’8 gennaio 2018 e il 22 febbraio verranno proclamati i vincitori al parlamento europeo.

PREVISIONI FUTURE

Eppure l’Europa punta in alto, l’obiettivo per il 2030 infatti prevede la riduzione del numero delle nostre automobili e di conseguenza quello delle emissioni inquinanti (è previsto il -40%).

Elisa Crosta

Elisa Crosta

Mi chiamo Elisa Crosta, ho 22 anni e sono laureata in Comunicazione e Società all’Università degli Studi di Milano. Sono attualmente iscritta a Teoria e Tecnologia della Comunicazione in Bicocca per arricchire le mie conoscenze e prendere maggiore confidenza con quello che si può definire il “backstage” dei mezzi di comunicazione e delle nuove tecnologie.