Crea sito
Seleziona una pagina

Nell’immaginario collettivo, i servizi legali devono essere, nella maggior parte dei casi, svolti di persona e con esperti a cui fare tutte le domande durante i colloqui individuali. Recentemente però sono nate un nuovo tipo di startup innovative che, purtroppo, in Italia sono ancora poco considerate. Stiamo parlando delle Startup Legal Tech, ovvero, società ad alto contenuto tecnologico che nel mercato legale offrono gestione delle procedure o fornitura di servizi legali.

IL CONFRONTO A LIVELLO GLOBALE

Nel nostro Paese, le startup legal tech sono meno di 10 e costituiscono solo lo 0,1 delle startup innovative esistenti. Tuttavia, anche nel mondo non ce ne sono in grande quantità. Secondo Tracxn (nella ricerca Legal Tech Landascape) erano poco più di 1030 alla fine del 2016. Anche in quest’ambito, il Regno Unito dà una possibilità in più a questi tipi di startup tanto che ne sono presenti 64, di cui la maggior parte operante nel practice management.

LA SITUAZIONE ITALIANA

Come abbiamo detto la situazione delle startup legal tech non è delle migliori ma ci sono delle importanti eccezioni:

  • iubenda, che fornisce uno strumento per generare privacy e cookie policy per siti e app. Questa startup dà la possibilità di redigere l’atto costitutivo e lo statuto dell’azienda (con il supporto di un team legale che revisiona i dati inseriti).
  • Kopjra è la startup legal tech che si occupa della protezione del copyright su Internet. Si rivolge sia agli uffici legali in generale che a quelli delle imprese e permette di individuare gli usi illeciti delle proprietà intellettuali come la pubblicazione di contenuti senza l’autorizzazione dei clienti.
  • LegalEYE è una startup di Udine che tutela i suoi utenti in caso di stalking, ricatti o diffusione illecita di informazioni personali. La piattaforma registra i contenuti digitali che vengono salvati durante la navigazione in rete e invia alla vittima del reato un report completo, che l’utente potrà utilizzare in sede processuale.
  • Netlexweb ha inventato il primo software gestionale di uno studio legale in cloud. Questa startup permette agli utenti di condividere i documenti con i tribunali e mostra lo stato di avanzamento delle pratiche.
Elena Bertinazzi

Elena Bertinazzi

Mi chiamo Elena, ho 23 anni e sono laureata in Comunicazione e Società all’Università degli Studi di Milano. Mi piace il mondo dei social network ed essere sempre aggiornata sulle novità dal mondo. Ho deciso di iscrivermi a Teoria e Tecnologia della Comunicazione in Bicocca per imparare “cosa c’è dietro” ai dispositivi che uso giornalmente.