Crea sito
Seleziona una pagina

Olimpiadi invernali di Pyeongchang – siamo in Corea del Sud ed i Giochi invernali sono stati i più tecnologici di sempre. Le startup tecnologiche hanno potuto presentare alcune tecnologie emergenti, le quali sono state utilizzate sia nell’organizzazione dei giochi, sia in gare vere e proprie. Per questo motivo gli atleti hanno condiviso la scena con queste nuove tecnologie emergenti:

Sky Robot Challange

A margine delle Olimpiadi si è svolta questa gara su una pista da sci fuori PyeongChang. Otto team composti da Università, istituti, compagnie private e startup si sono sfidati in una gara di gigante di 80 metri con una decina di porte.

I robot dovevano:

  • essere alti più di 50 cm;
  •  essere in grado di stare in piedi con le proprie gambe;
  • avere sistemi di alimentazione indipendenti;
  • avere delle giunture che li permettessero di piegare ginocchia e gomiti;
  • utilizzare sci e bastoncini.

Alcuni sensori permettevano ai robot di rilevare la posizione delle bandiere lungo il percorso.

Auto senza guidatore

Hyundai e KT hanno collaborato con il Ministero della terra, delle infrastrutture e dei trasporti coreano per dispiegare una flotta di autobus autonomi per condurre gli ospiti nel Villaggio Olimpico. Questi autobus sono equipaggiati con la rete 5G (rete che consente di trasferire enormi quantità di dati all’interno della sede), la quale consente di accedere a informazioni in tempo reale sull’ambiente circostante tramite la rete locale ad alta velocità.

Robot

Il Ministero del Commercio, dell’Industria e dell’Energia della Corea ha supportato otto società con lo schieramento di 85 robot per assistere nella gestione dei giochi. Uno dei robot che compone questo schieramento è Hubo, un umanoide che a dicembre portò la torcia olimpica.

Forse la cosa più importante è che LG ha liberato una flotta dei suoi robot guida umanoidi nell’aeroporto di Incheon di Seoul. Questi robot, possono parlare coreano, giapponese, mandarino e inglese, assistono i visitatori offrendo informazioni sulle Olimpiadi e altri consigli sul turismo. I robot sono tutti collegati ai computer centrali dell’aeroporto, consentendo loro di accedere alle informazioni in tempo reale.

Altri robot autonomi hanno dipinto murales, hoovering e intrattenere i visitatori con canti, balli e offerte di selfie.

Eleonora Fratello

Eleonora Fratello

Front-end developer

Mi chiamo Eleonora Fratello, ho 26 anni e sono nata a Milano. Mi sono laureata in Comunicazione Digitale e, per il progetto di tesi, ho iniziato a lavorare presso una web agency come front-end developer. Grazie a questo lavoro provo a migliorarmi continuamente ed acquisire maggiori competenze nel settore. Per arricchire le conoscenze mi sono iscritta alla Laurea magistrale di Teoria e Tecnologia della Comunicazione.