Crea sito
Seleziona una pagina

La quindicesima edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) è stata ospitata all’Università Federico II di Napoli, con la partnership di Ferrovie dello Stato Italiane.

I partecipanti del PNI di quest’anno sono stati 2.768, selezionati tra i progetti migliori presentati nelle 17 competizioni regionali, ovvero le StartCup, che coinvolgono 46 università e numerose istituzioni. I vincitori sono stati proclamati da una giuria con esponenti da tutto il mondo dell’impresa tra 65 startup finaliste, dopo due giorni di presentazioni.

I FINALISTI

La startup vincitrice del contest è stata Ocore, il quale scopo finale è rivoluzionare l’industria manifatturiera attraverso la produzione additiva, quindi la stampa 3D, e la tecnologia robotica, utilizzando materiali compositi polimerici avanzati. L’innovazione di questa startup è volta a realizzare componenti di grandi dimensioni, semplificando i processi produttivi e riducendo i costi di produzione.

Un’altra startup finalista, Bettery, ha sviluppato e brevettato Nessox, una batteria liquida e leggera, che dura fino a cinque volte di più rispetto alle migliori batterie commerciali; questo grazie all’utilizzo di elementi leggeri quali il litio e l’ossigeno.

Sono stati stanziati per l’innovazione in tutto 1,6 milioni di euro, dei quali 600.000 in denaro e circa 1 milione in servizi, offerti da vari Atenei e dagli incubatori soci di PNI.

L’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition vi aspetta sul suo sito!

Elisa Crosta

Elisa Crosta

Mi chiamo Elisa Crosta, ho 22 anni e sono laureata in Comunicazione e Società all’Università degli Studi di Milano. Sono attualmente iscritta a Teoria e Tecnologia della Comunicazione in Bicocca per arricchire le mie conoscenze e prendere maggiore confidenza con quello che si può definire il “backstage” dei mezzi di comunicazione e delle nuove tecnologie.